martedì 8 ottobre 2013

Perchè un workshop deve essere proprio così

Treno diretto da casa mia verso Follonica: quest'avventura è inizia con il piede giusto!
PROLOGO

Era il mese di luglio quando la notizia di un workshop tenuto da Paolo Domeniconi si affaccia con simpatia nella mia vita e attrae la mia attenzione in molti modi: l'organizzatrice, la fantastica Teresa Alberini, mi scrive per chiedermi se posso pubblicizzarlo sul mio blog.
Le mie amiche Morena Forza e Ilaria Urbinati si sono iscritte e mi invitano a partecipare.
Ovunque la locandina con le bellissime immagini di Paolo mi guarda sorniona e mi sembra di sentirla dire: "tanto capitolerai, lo sai che ci vuoi troppo andare".
E così è stato.
Io e Ilaria - Foto di Teresa Alberini

ARRIVO E SISTEMAZIONE

Così, pochi mesi dopo, in un soleggiato 4 ottobre salivo su un treno diretta alla volta di Follonica, con le mie borse sempre sproporzionatamente enormi rispetto al numero di giorni di lontananza da casa (e questo nonostante io sia comunque riuscita a scordarmi delle cose!).

E' stato l'inizio di quello che credo sia stata una delle più belle esperienze che io abbia vissuto!

Tutto intorno al nostro residence
Arrivata in stazione conosco finalmente Teresa di persona, ritrovo Fabio (Mancini), già conosciuto a Roma tramite Ilaria e Morena, e conosco una nuova Elisa (Rocchi: non siamo mai abbastanza Elise!).

E mi sento felice: le cose iniziano nel migliore dei modi!

Arriviamo al residence - delizioso - e iniziamo a sistemarci: super abbracci & mega affetto, finalmente rivedo le mie amiche!! E piano piano inizio a conoscere nuove persone, primo (tecnicamente secondo visto che ho incontrato la mia omonima preferita pochi minuti prima) Michele Giorgi.

Siamo tutti stanchini e arriviamo scaglionati. L'ultima di noi, Toko Okuda, arriva intorno alla mezzanotte niente meno che da quel di Barcellona (che grande ammirazione per l'impegno e la disponibilità di Teresa! Una donna impavida e gentilissima che ha fatto avanti e indietro con l'auto dal residence alla stazione del treno per l'intera giornata).

Per cenare ordiniamo tutti insieme in un locale davanti al residence e così conosco anche Silvia Aimar e Cristina Bellacicco, che scopro essere state compagne di studi di Ilaria e Silvia Verzilli e Chiara Favale, anche loro di Roma!
Paolo intento a mostrare alcune particolarità delle
differenti rese di stampa... e a dedicare libri!

La sera dopo cena giunge il momento del primo tisana party.
Morena, perfetta ospite, ci accoglie con un delizioso infuso di garofano e cannella.
Una Morena da gran copertina
Dalla soglia della sua casetta vedo passare un uomo intento a dirigersi verso un altro ingresso poco lontano: Paolo Domeniconi è arrivato!!
Intanto noi si parla dell'attesa per il giorno a venire, di Julia Cameron, di personalità e soprattutto di amenità varie ed eventuali. E si va a dormire tardissimo. L'impressione è quella di partecipare alla gita di classe ideale, quella da telefilm, quella dove tutti sono meravigliosi. Un sogno.

IL CORSO

Altrettanto importante è non solo apprendere dal Maestro
e sperimentare, ma anche confrontarsi fra corsisti!
Tutti in classe! Il risveglio è stato duro, durissimo, ma, complice la vicinanza da villetta a schiera riusciamo ad entrare tutti per tempo e a disporci in allegria ognuno alla sua postazione. Si aggiungono gli ultimi membri del gruppo che non avevano potuto unirsi a noi fin dal giorno precedente e siamo pronti.

La classe è in trepida attesa, i computer vengono accesi e impostati. Si aprono cartelle con i files preparati, si apre Photoshop, si sopporta la mancanza di RAM in taluni casi.

E finalmente si aprono le danze! Paolo ci saluta e si presenta. E poi tocca a noi. Inizia la dolce Elena Gonano che ci lascia tutti a bocca aperta con le sue splendide tavole illustrate.

Da bravi illustratori abbiamo tutti la nostra buona dose di timidezza congenita, ma al giro non si sfugge e così ognuno fa la sua parte: mi chiamo Morilisa, ho studiato qui, lavoro in questo modo, le mi aspirazioni sono di riuscire meglio in questo e quello. E poi la presentazione dei nostri lavori, in modo che siano loro a spiegare agli altri chi siamo, visto che noi non ce la caviamo tanto bene a spiegarlo a parole.

PAOLO E' UN INSEGNANTE FAVOLOSO. Gentilissimo, disponibile, simpatico e sa veramente tantissimo! Abbiamo imparato talmente tanto tutti quanti da lui che non saprei da dove iniziare a spiegare.
Elisa e Silvia
In poche ore abbiamo scoperto su Photoshop tante cose che neanche in un paio di anni di lavoro avremmo raccolto singolarmente.
Cristina e Teresa

Altra cosa bellissima è stato lo scambio. Paolo girava parlava e, quando scopriva qualcosa di nuovo incoraggiava i corsisti a venire a parlare alla sua postazione e a mostrare al resto della classe ciò che sapevano. Così Ilaria (Urbinati) ci ha mostrato un set di pennelli che aveva e il suo modo di usarli a volte fuori dagli schemi ma di grande effetto e Roberto (Ricci) ci ha mostrato il metodo che adopera per isolare le matite e colorarle. E tutti quanti parlando e scherzando ci siamo divertiti, confrontati, abbiamo fatto domande e scoperto nelle risposte ancora più di quanto ci aspettassimo. E non sono mancati i momenti di ilarità: qualcuno ha parlato di una regina su un livello a parte?

La sera siamo usciti tutti a mangiare assieme: super pizza!

E tornati a casa di nuovo è tisana party... la voglia di stare assieme era talmente tanta che superava di gran
Elisa impegnata in quello che è lo sport
preferito degli illustratori: bere cose trasgressive
come acqua naturale, tisane o té deteinato.
lunga la mancanza di ore di sonno che continuavano a diminuire spietatamente. Ma del resto come sprecare un'occasione come quella per stare tutti assieme? Sarebbe stato un delitto!

Insomma, fra corse tra una casetta e l'altra in serate piovose, passeggiate all'aria fresca in pomeriggi dal sapore primaverile, lezioni, risate e alti momenti di frizzante convivialità i giorni si alternano e purtroppo volgono anche al loro termine. Del resto le cose così belle si apprezzano ancora di più quando la loro durata nel tempo è circoscritta... sono ancora più intense!
Prendere una boccata d'aria fresca dopo tante
ore passate a lavorare è fondamentale!

Toko, mia "compagna di banco" insieme ad
Ilaria in queste giornate!
Onore al merito a Paolo che non solo ha ci ha dato tanto nella nostra lingua, ma ha affrontato una sfida come quella di una lezione bilingue italiano / inglese cavandosela più che egregiamente vista la percentuale di termini tecnici tra cui doversi destreggiare!

Dopo la cena - cena che stavolta è stata coronata da uno splendido gelato che tutti bramavano dal primo giorno di arrivo - ci aspetta un ultimo tisana party questa volta al sapore di melissa, tiglio e camomilla e si va tutti a riposare (ad orari indicibili, tanto che dubitavo sarei riuscita a sollevare anche solo una palpebra la mattina dopo.
Ila riceve il famigerato e delizioso gelato al forno!
Ma invece ho compiuto l'impensabile impresa!).

IN CONCLUSIONE

Io amo andare ai workshop.
Lo amo perché impari tanto.
Lo amo perché è un'occasione di uscire dal guscio e fa prendere aria alle idee sempre chiuse con noi nei nostri antri lavorativi.
Lo amo perché conosci persone nuove, e alcune di esse rimangono nella tua vita e la arricchiscono.

Ma questo non l'ho solo amato. L'ho vissuto.
Tutto il mio affetto a Teresa che l'ha organizzato, a Paolo che ci ha dato tanto - umanamente e professionalmente - e a tutti i nuovi e già consolidati amici che mi hanno accompagnata in questa avventura!

E ora sotto... al lavoro! Tutte queste nuove informazioni non si metteranno certo in pratica da sole!



6 commenti:

Cristina Bellacicco ha detto...

Confermo ogni parola. E' vero: un workshop deve essere proprio così!
Elisa sei una ragazza dolcissima e la tua risata è fantastica, ma soprattutto contagiosa!! Ce l'ho ancora nelle orecchie e, tornandomi in mente, non posso non sorridere. Un abbraccio e spero a presto! :)

Maria Elena Gonano ha detto...

Bellissimo e affettuoso reportage, grazie Elisa! Spero di reincontrarti presto.

Elisa Moriconi ha detto...

E' stato un enorme piacere anche per me! Quest'anno a bologna... tisana party!

Anonimo ha detto...

bellissimo, spero di esserci anch'io la prossima volta!
Francesca

Fabio Mancini ha detto...

Hai scritto un bellissimo post Elisa, io sottoscrivo tutto! E' stato fantastico :) (la regina! Ancora rido per quello)

GIORGIA ha detto...

A QUANDO IL PROSSIMO!!! ME LO SONO PERSA QUESTO INCONTRO!!SOB SOB!!!!

Argomenti frequenti

acquarello (8) bologna (13) book (29) bozza (17) bozzetti (13) comic (9) comic who (25) concorso (22) consigli (45) contest (10) copertina (11) corso (22) december (12) dicembre (12) disegno (17) Doctor Who (35) F.A.Q. (11) fiera (24) Hansel e Gretel (12) I miei lavori (54) illustration (25) illustrations (11) illustratore (28) illustrazione (120) illustrazioni (81) Io disegno a modo mio (11) lavori (12) lavoro (102) libri (18) libro (60) livre (13) making of (14) matita (47) matite (37) portfolio (8) Roma (12) schizzi (11) striscia (25) vignetta (19) vignette (27) vita da illustratore (20) workshop (16)

Google+ Followers

Networked Blog

Zazzle Shop

Visualizzazioni totali

Post più popolari

Zazzle shop - Comic Who

Tandem Jeunesse 2011

Tandem Jeunesse 2011
Cette année, je participe aussi!

Comic Who

Comic Who
http://www.comicwho.com/